I libri curano l’anima?

In un recente commento su questo blog Rosa Minnino, psicoterapeuta, ci informava di una sua conferenza che avrebbe tenuto a Roma, venerdì 5 dicembre alle ore 17, BIBLIOTERAPIA E SALUTE, nell’ambito di PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI. [Biblioterapia, il sito dedicato alla biblioterapia attraverso la lettura].

Ci invitava come GDL e come singoli lettori, perché avrebbe parlato del “valore del gruppo di lettura nel tessuto sociale per lo sviluppo culturale di una comunità”

Se qualcuno dei frequentatori di questo blog è stato presente, o la stessa dott.ssa Minnino, sarebbe interessante se ci informassero  su come l’argomento è stato affrontato.

Io, interessata a questo tema, sollecitata anche da un recente articolo di Repubblica, ho riletto un piccolo libro di MIRO SILVERA,  LIBROTERAPIA.  Un viaggio nel mondo infinito dei libri, perché i libri curano l’anima, SALANI EDITORE 2007. pp.81

Nel risvolto di copertina si dice : “Ecco la terapia più terapia di tutte: curarsi con i libri. Ce ne sono un’infinità, non scadono mai, e puoi decidere tu tempi e dosaggi. Per qualsiasi disturbo, carenza o bisogno, i libri curano, nutrono, confortano”

Nelle ultime pagine c’è UNA LIBROTERAPIA IN PILLOLE che vi trascrivo, anche se un po’ troppo lunga.

Potrebbe essere divertente fare proposte alternative: altre pillole per gli stessi mali o altri mali!!!

  • SE NON SIETE SODDISFATTI DELLA VOSTRA VITA SESSUALE, leggete se uomini: LA BIOGRAFIA DI ABELARDO, se donne LA BIOGRAFIA DI ELOISA
  • SE PENSATE CHE LA VOSTRA INFANZIA SIA STATA TROPPO INFELICE, E CIO’ VI TORMENTA ANCORA, leggete. OLIVER  TWIST di C.DICKENS oppure   IL DIARIO DI ANNA FRANK
  • SE SOFFRITE DI INCUBI RICORRENTI O NON SIETE PER NIENTE CONTENTI DELLA VITA CHE CHE VI E’ TOCCATA, leggete  I LIBRI DI BRIAN WEISS o di MANUELA PAMPAS sulla reincarnazione e l’esplorazione delle vite precedenti
  • SE VOSTRA MADRE E’ STATA TROPPO DURA CON VOI DURANTE L’INFANZIA leggete: MAMMINA CARA scritto dalla figlia adottiva di J. CRAWFORD
  • SE VOSTRO PADRE E’STATO TROPPO DURO CON VOI DURANTE L’INFANZIA leggete PADRE PADRONE di GAVINO LEDDA
  • SE AVETE UNA FAMIGLIA NUMEROSA E NON SAPETE COME ORGANIZZARLA leggete  DODICI LO CHIAMANO PAPA’ di FR.B.GILBRET Jr ERNESTINE GILBRET CAREY
  • SE COLPITI DA UNA MALATTIA, VI STATE PERDENDO D’ANIMO  leggete TIZIANO TERZANI,  UN ALTRO GIRO DI GIOSTRA
  • SE AVETE PAURA DELLA MORTE, leggete  L’ANELLO DELLA VITA di E.KUBLER-ROSS o uno qualsiasi degli altri suoi libri per es. SULLA MORTE E IL MORIRE
  • SE AVETE UNA VISIONE TROPPO CUPA DELLA VITA, leggete I LIBRI DI GROUCHO MARX, o quelli di WOODY ALLEN
  • SE IL VOSTRO PSICANALISTA NON VI SODDISFA leggete i libri di JANET FRAME o piantate la terapia e leggete QUANTO HO RISPARMIATO LASCIANDO IL MIO STRIZZACERVELLI
  • SE NEL RAPPORTO CON LA SCRITTURA COME TERAPIA volete seguire l’esempio di ungrande scrittore leggete I LIBRI NELLA MIA VITA di Henry MILLER
  • SE SOFFRITE DI UNA QUALSIASI MALATTIA, leggete un libro sulla visualizzazione creativa GERALD EPSTEIN in GUARIRE CON LA VISUALIZZAZIONE
  • SE VOLETE PROVARE A CURARVI SENZA L’AIUTO DI UN MEDICO leggete GUARIRE DA SOLI di A.WEIL
  • SE NON SOPPORTATE PIU’ DI VIVERE QUAGGIU’ prima di suicidarvi leggete LA VITA NELL’ALDILA’ di S. BROWNE
  • SE VOLETE RIFLETTERE SULL’ INELUTTABILITA’ DEL VOSTRO DESTINO leggete LA FORZA DEL CARATTERE di J. HILLMAN

Che ne pensate? Il libro di SILVERA, ricco di citazioni che non ho riportato, merita certamente un approfondimento

Mi viene in mente che nelle MEMORIE DI ADRIANO si parla di BIBLIOTECA COME OSPEDALE DELL’ANIMA Come al solito i nostri..lontani antenati avevano già capito tutto !!!

4 commenti

  1. Mah, questa cosa della terapia attraverso i libri mi sorprende sempre, mi incuriosisce, mi inquieta anche un poco…

    Dell’elenco mi piace il primo consiglio, ci trovo una bella dose di ironia che non guasta 😉
    Mi sa che dovrei approfondire il tutto.

    Come principio, l’idea che la lettura aiuti a star meglio mi sembra evidente, autoesplicativa. Fatico invece a capire come funzioni la terapia…

    ciao ciao
    🙂

    "Mi piace"

  2. Sono d’accordo con Luiginter: la biblioterapia mi interessa, ma fatico a cogliere l’aspetto terapeutico, come si pratichi e con quali risultati.
    Dell’elenco dei libri non mi piace quel riferimento ai possibili suicidi.
    Il momento della condivisione all’interno di un GDL mi sembra un momento certamente salutare, se non terapeutico.
    Mi viene in mente che nella mia città uno dei primi GDL è sorto tra donne che avevano subito un’operazione al seno.Non leggevano comunque libri specifici in relazione alla loro malattia ( v. elenco), ma l’importante era ed è stare insieme, condividere problemi relativi alla malattia e letture comuni.
    Sul sito http://www.biblioterapia.it ARTICOLI / UN LIBRO PER LA MENTE la dott.ssa ROSA MINNINO sintetizza alcune considerazioni su questo tema

    "Mi piace"

  3. Il libro di Silvera mi sembra piuttosto ironico, penso che giochi sui due piani del serio e del faceto ma la bella iscrizione che Plotina aveva fatto apporre sulla soglia della biblioteca nel Foro Traiano “Ospedale dell’anima” o le parole che la Yourcenar mette in bocca allo stesso Adriano : “ Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito……..” per me sono assolutamente condivisibili. Sono testimone io stessa di un’esperienza felicemente terapeutica del “leggere a voce alta”, una forma di lettura che ti acquieta, ti rilassa, costringe benevolmente la tua attenzione a seguire altre storie , magari anche più feroci di quelle che vivi tu….Durante un lunghissimo periodo, passato in ospedale ad accudire una persona a me molto cara che ha rischiato la vita , ho letto “Il mio nome è rosso”( forse non tra i libri più consigliabili , sia per lunghezza che per complessità lessicali )…..I giorni passavano e questa persona, data per spacciata dai medici , che paventavano e si rammaricavano del fatto che a poco più di 40 anni dovesse lasciar”ci”, si è lentamente ripresa e io “credo” che tra i farmaci più efficaci sia da includere la lettura giornaliera e il suo potere ipnotico e sognante, l’aura di serenità e di “normalità” che riusciva a ricreare attorno a sé……e dentro di me.

    "Mi piace"

  4. Sono alla disperata ricerca del libro di Gerald Epstein, se qualcuno può in qualche modo vendermene una copia gliene sarò molto grata. E

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.