Per qualche giorno ignorati da Google

Questo è un post di servizio (oltre che un piccolo grido di dolore). Come alcuni lettori avranno notato, da qualche giorno il blog ha un dominio proprio: gruppodilettura.com.

George Ault, View from Brooklyn (1927)
George Ault, View from Brooklyn (1927) – Wikiart

Dopo anni ci siamo dunque decisi ad abbandonare il vecchio indirizzo (gruppodilettura.wordpress.com) per averne uno indipendente, diciamo così.

Però, come a volte accade con i cambi di casa, il rischio è che all’inizio molti dei tuoi amici e visitatori abituali non vengano a trovarti, semplicemente perché non ti trovano più.

Da noi arriva attraverso Google almeno la metà dei visitatori, in alcuni giorni più della metà. Son tutti quelli che cercano informazioni sui gruppi di lettura, su come si fa un gruppo di lettura, sugli accorgimenti per regolare le discussioni o scegliere il libro.

Ebbene, come previsto (ma lo shock è comunque forte) il cambio di dominio ha causato una caduta in basso del cosiddetto ranking dei nostri articoli nella gerarchia dei risultati del motore di ricerca: vale a dire, se prima in seguito a una ricerca con le “parole chiave” più importanti relative ai gruppi di lettura uscivamo in testa ai risultati di Google, adesso siamo caduti – temporaneamente, tranquilli! – in posizioni di retroguardia.

Questa nuova – ripeto: temporanea – condizione si spiega in gergo tecnico in questo modo:

– quando si cambia “dominio” il sistema di pubblicazione deve anche “riscrivere” tutti gli indirizzi delle migliaia di articoli presenti nell’archivio del blog. Per esempio:
https://gruppodilettura.wordpress.com/2018/11/25/cercando-il-mio-co-lettore/
diventa
https://gruppodilettura.com/2018/11/25/cercando-il-mio-co-lettore/

Durante questo processo di “riscrittura” degli indirizzi, Google decide di intervenire e di “parcheggiare” i contenuti del sito, riducendo drasticamente la loro posizione nella gerarchia dei risultati delle ricerche (il ranking), e rendendoli a tutti gli effetti meno facili da raggiungere.

Si tratta – lo ripeto ancora – di una condizione temporanea che sarà presto ricondotta alla situazione precedente: in pratica Google ci restituirà il ranking che abbiamo guadagnato con fatica in questi anni.

Ce lo meritiamo, il nostro ranking, quello vero, quello che avevamo fino a qualche giorno fa. E ce lo meriteremo ancora di più nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. Come avrete notato, infatti, si stanno aggiungendo nuovi autori e stiamo ritornando a essere una “redazione” e non più una one-man-band come negli ultimi anni eravamo diventati.

Stateci vicini, venite a vedere che succede anche se per qualche giorno Google non ci aiuta: ogni visita in più è un segnale che viene mandato al motore di ricerca per dirgli: “guarda che le cose che scrivono qui ci interessano molto!”.

A presto
ciao a tutti
– luigi g.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.