Ci serve più ironia, quella dei romanzi

L’ironia è una figura alla quale penso molto spesso. E  da tempo ho collocato l’ironia al primo posto fra le attitudini necessarie per vivere bene.
Grazie anche ai romanzi e ai racconti e ai film.
Cominciamo con l’aiuto di Milan Kundera. Ne I testamenti traditi (in verità lo fa anche in altre pagine di altri suoi libri) ci ricorda che il rapporto del romanziere con i suoi personaggi è ironico. Le affermazioni dei personaggi “vengono collocate in uno spazio di gesti, di azioni e di parole che le relativizzano”. E sottolinea:

L’ironia implica: nessuna delle affermazioni contenute in un romanzo può essere presa isolatamente, poiché ciascuna è inserita in una serie di confronti complessi e contraddittori con altre affermazioni, altre situazioni, altri gesti, altre idee, altri eventi. Solo una lettura lenta, ripetuta due o più volte, metterà in luce all’interno del romanzo tutti i rapporti ironici senza i quali il romanzo non verrà capito.

Ecco: anche noi dovremmo fare con noi stessi e con la vita quel che il romanziere fa con i personaggi. Insomma non facciamo come i personaggi, che spesso faticano a sentirsi relativi e si “assolutizzano”. Facciamo con noi stessi quello che il romanziere fa con i suoi personaggi, relativizziamoci… O no?
Leggiamo lentamente e ripetutamente la nostra vita e mettiamo in luce, in essa, tutti i rapporti ironici, senza i quali non riusciremmo a capirla.

8 commenti

  1. Condivido e sottoscrivo questa nuova “teoria della relatività”. Se non altro perché almeno questa, a differenza di quella di Einstein, l’ho capita 🙂

    "Mi piace"

  2. Facile dirlo, molto difficile farlo. Un romanziere può fare quello che vuole con i suoi personaggi.
    Noi con noi stessi e con gli altri no. Ognuno si vede al centro del mondo e in qualche maniera come se il mondo senza di lui non avesse senso. Sotto questa prospettiva ognuno è portato ad assolutizzare.
    I buoni romanzi sono buoni proprio perché permettono di gettare sul mondo un’occhiata libera dalle contingenze della vita. Ma alla fine non siamo che i lettori di questi romanzi.

    "Mi piace"

  3. luiginter ha scritto:

    “Leggiamo lentamente e ripetutamente la nostra vita e mettiamo in luce, in essa, tutti i rapporti ironici, senza i quali non riusciremmo a capirla”.

    Un elogio alla lentezza e all’ironia che sottoscrivo entusiasta.
    Ci proverò, parola di scout.

    "Mi piace"

  4. Ogni cosa è due. Jankélévitch parlava dell’ironia come dell””arte di sfiorare”, attributo dell’intelligenza. Allo stesso tempo, però, l’ironista è colui che “non si compromette”. Può essere d’altronde l’unica maniera di essere assertivi, nell’epoca dello s-fondamento delle certezze. Ma, allo stesso tempo, qualcuno ha definito l’ironia come l'”ornato dell’impotenza” (F. de Azúa). Senza contare che l’ironia stabile sconfina spesso nel cinismo. Attenti, dunque, ironisti!

    "Mi piace"

  5. Sì, s|a, a volte vedo all’orizzonte qualcuno che dice di guardarsi dal cinismo. Spero di non cadere laggiù.
    Cercare di riconoscere i terreni scivolosi è parte dell’essere ironista o semplicemente “seguace” dell’ironia, o no? E i terreni scivolosi sono ovunque.
    Belle le tue citazioni. Grazie

    ciao ciao

    "Mi piace"

  6. prego. grazie a chi le ha scritte. Jankélévitch è un classico che già conoscerete (L’ironia, Genova, Il melangolo); Félix de Azúa è invece poco conosciuto in Italia, ma sta per essere pubblicato in traduzione italiana il suo meraviglioso Diccionario de las artes che consiglio vivamente a tutti i gruppi di lettura del mondo, perché trasuda intelligenza da ogni parola. E ironia.

    "Mi piace"

  7. Ehm… Jankélévitch l’ho visto citato più volte e da più parti ma non l’ho mai letto. Félix de Azúa mi è completamente sconosciuto. Ora leggo entrambi, è arrivato il momento. Grazie ancora

    😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.