La briscola in cinque, Marco Malvaldi

“La rivalsa dei pensionati”. Così viene presentato nella quarta di copertina il giallo *La briscola in cinque* di Marco Malvaldi, ed. Sellerio. E già si sorride.

Una ragazza trovata morta in un cassonetto, un sonnacchioso paesino di mare (immaginario)  in provincia di Livorno, un bar che è il centro del paese, un barista con velleità investigative, quattro vecchietti pensionati con la lingua lunga e tanta voglia di chiacchierare, oltre che di mangiare gelati e giocare alla briscola chiamata.

Ecco gli ingredienti di questo divertentissimo giallo, in cui i sospetti sono addirittura due, ma niente è scontato. In cui l’ironia e l’umorismo sono il filo conduttore che lega ogni pagina. In cui i canoni del giallo classico sono presi, addirittura analizzati, ma ribaltati come un calzino:

Allora, se fossimo in un giallo di Agatha Christie uno ucciderebbe solo per soldi, oppure la prima moglie che credeva morta e allora si è risposato, la moglie è sortita fuori e allora verga! La chiudi in uno stanzino con un coccodrillo e sei a posto. Nei gialli di Nero Wolfe invece sono sempre ricattattori fatti fuori da vittime vessate, padri che impediscono matrimoni di figlie, così via. Si uccide sempre di sponda, per ottenere qualcosa. Non è che uccidi uno perché lo odi, rimuovi un ostacolo. Nel gialli. Invece, nella vita reale, quasi sempre ammazzi la sòcera perché sono vent’anni che ti sbrindella i coglioni.

E in cui, alla fine, oltre che farci divertire e tenerci incollati al libro fino all’ultima pagina, l’inedito investigatore e il suo coro greco di supporto si rivelano anche degli ottimi detective.

*giuliaduepuntozero

8 commenti

  1. Appena finito di leggere e già mi mancano i quattro vecchietti seduti al bar…ah, se ci fosse un seguito con l’intrigante Massimo Viviani, investigatore per caso, in un’altra storia poliziesca!

    "Mi piace"

  2. Appena finito di leggere anch’io!!! Grande Marva sei un mito!!! Mi sono divertita un sacco!!! Evviva i pisani… e aspettiamo il prossimo libro!

    "Mi piace"

  3. Finito di leggere 10 kinuti fa. Fantastico! Fine, ironico, colto senza essere pedante, leggermente scontato il finale ma la trama è stata interessante, divertente e scorrevole. Molto bello. Finalmente gli scrittori italiani si stanno svegliando! Mi aspetto grandi cose….

    "Mi piace"

  4. permettete una voce fuori dal coro?
    ho letto questo..giallo con delle aspettative..mi incuriosivano i vecchietti detective e invece sono rimasta molto delusa…troppo minimalismo..un giallo troppo ..giallino..scontato..ho persino indovinato l’assassino!!! ho fatto molta fatica ad arrivare alla fine..un libro che non mi ha dato..nulla!!!

    "Mi piace"

  5. Ho letto questo libro in un periodo nero e ha avuto il grande merito di distrarmi e farmi sorridere. Anzi qualche volta addirittura ridere. La trama non è certo all’altezza dei grandi classici de giallo ma “La briscola” raggiunge decisamente lo scopo: un libro onesto, di puro intrattenimento con qualche sottigliezza ben calibrata. Il coro dei vecchietti resta impresso e continua ad accompagnare il lettore nell’attesa di una loro nuova avventura.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.