CONTRO LA LEGGE-BAVAGLIO!

Senza altre inutili parole, segnalo l’analisi serrata di Gustavo Zagrebelsky su la Repubblica di oggi. Questo un passaggio (il testo completo sul sito di la Repubblica):

la legge che il Parlamento s’accinge a varare non supera il vaglio del diritto, soprattutto per quanto riguarda quello che a me pare il vizio macroscopico, che macroscopicamente tradisce una mentalità illiberale, o meglio autoritaria, di chi l’ha impostata, presumibilmente senza nemmeno rendersene conto (poiché altrimenti, pronunciando ogni giorno parole di libertà, certamente avrebbe evitato…). In ogni regime libero, l’informazione è un delicatissimo sistema di diritti e di doveri, in cui l’interesse dei cittadini a essere informati e il connesso diritto-dovere dei giornalisti di fare cronaca, onesta e completa, dei fatti di rilevanza pubblica incontra i soli limiti che derivano dal rispetto dell’onore e della riservatezza delle persone. Sono le persone offese che, ricorrendo al giudice, in un rapporto per così dire, paritario con il giornalista o il giornale, possono chiedere la riparazione del loro diritto violato. Il potere politico, governo o parlamento, non c’entrano per niente. […]

4 commenti

  1. Giusta segnalazione, luiginter. Chi,i se non cittadini lettori, può essere tragicamente interessato a scelte che impongono o vietano i contenuti della lettura?

    "Mi piace"

  2. è tutto vergognoso e mi limito qui perchè sono davvero molto arrabbiata.

    sento ai telegionali e leggo sui giornali dichiarazioni che offendono la mia intelligenza tanto sono prive di senso.

    tu guarda se con tutti i problemi che abbiamo e che stanno, come era naturale, venendo a galla, noi tutti dobbiamo essere in balia di dibattiti per l’approvazione di una legge a tutela della privacy … di chi ha qualcosa da nascondere!

    sembra una barzelletta! mi fermo se no attacco con le filippiche ….

    "Mi piace"

  3. Spero che qualcuno si decida a denunciare questo sconcio al tribunale di Strasburgo. Una legge che ci priva di tutti i nostri diritti fondamentali non puo’ essere accettata, ma purtroppo il paese non è in grado di reagire da solo.
    Coraggio, rivolgiamoci al tribunale dei diritti dell’uomo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.