Sul ritorno di un libro prestato a un amico

Umili e sentiti ringraziamenti per il felice ritorno di questo libro, che, dopo aver superato i pericoli degli scaffali del mio amico e di quelli degli amici del mio amico, ora ritorna a me in condizioni abbastanza buone.
Umili e sentiti ringraziamenti perché il mio amico non ha trovato che fosse il caso di dare questo libro come giocattolo al suo bambino, né di usarlo come portacenere per il suo sigaro, né come anello di dentizione per il suo mastino.
Quando prestai questo libro lo giudicai perduto: ero rassegnato all’amarezza della lunga separazione; non pensavo di rivedere mai più le sue pagine.
Ma ora che il libro è ritornato a me, mi rallegro e sono estremamente felice! Portatemi del marocchino grasso, e rileghiamo di nuovo il volume, e mettiamolo sullo scaffale d’onore: perché il mio libro era prestato, ed è ritornato.
Ormai posso restituire qualcuno dei libri che io stesso mi feci prestare.

(Non ricordo da dove ho preso questo brano…)

*giuliaduepuntozero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.