vulcanici

Marilena Cortesini e Luca Ferrieri- incontro del gruppo, 20 giungo 2002

Care lettrici e cari lettori,

pausa estiva per il nostro gruppo “La musica del caso”, sicuramente foriera di nuove riflessioni e nuovi spunti di lettura.

L’ultima riunione, il 20 di giugno, e’ stata vulcanica. Pareri, suggestioni, stroncature, derive filosofiche e scientifiche, associazioni e
collegamenti casuali e causali, si sono avvicendati e accavallati. E alla fine un gioco divinatorio che ha lasciato … col fiato sospeso. Ma andiamo con ordine, anche se rapido e schematico, come sempre in questi appunti di verbale. Il gruppo ha addentato la tematica caso-destino, come da programma, e alla fine ha scoperto che in buona parte si tratta di un problema di significanza. Ossia cio’ che chiamiamo destino e’ un caso che riconosciamo dotato di significanza, anzi di un estremo, inappellabile significato. Ma allora… siamo noi a conferire un senso al caso, un ordine al caos? Che non possiamo fare a meno di un senso, di un ordine? E non e’ questo, per esempio, il caso delle cosiddette “profezie che si autoavverano” quali sono quelle studiate, in ambito didattico, dagli autori di “Pigmalione in classe” (Angeli, 1979)?.

Domande da lasciare in stato di rigorosa sospensione, mentre da parte del gruppo sono fioccate le nuove proposte di lettura. Serra (proposto e letto dal signor Pezzotta), Benni (interventi sui quotidiani), “Un indovino mi disse” di Terzani (Pezzotta), “La lettera scarlatta” di Hawtorne, “I figli della mezzanotte” di Rushdie e “Il te’ nel deserto” di Bowles (Recaldini),”Sei lezioni sulla storia” di Carr e “Significato e fine della storia” di Lowith (Gavazzi), “A caso” di Ivar Ekeland e “Confessioni di un artista di merda” di Dick (Mastromauro), “Destino” di Parks (Cangini), “Complessita’ e biologia” a cura di Biava (Merlo e Cortesini), “Caso e caos” di Ruelle e “Una catena di rose” di Moore (Mastromauro), l’opera omnia di James Hillman (Carlotta) e molti altri titoli sono stati gettati sul tavolo. Il proseguio del lavoro del gruppo si trova a questo punto di fronte a un nuovo bivio – che potrebbe diventare un trivio o anche un quadrivio (il vantaggio � che tutte le strade – magari una alla volta – possono essere
percorse). Il bivio:

1) strada “scientifica”: cercare di capirci qualcosa nei nuovi approdi della “scienza della complessit�” e della “fisica del caos” (qualcuno ha
proposto pure una digressione sul chaos management).
2) strada “critica”: analizzare criticamente l’ideologia del caso/destino e i suoi miti quotidiani (la schedina, il lotto, lo zodiaco, la scarogna…).

Il trivio:

3) strada “storica”: il ruolo del caso (e/o delle individualit�) nella storia; la storia come narrazione; la fine delle “grandi narrazioni”, ecc.

ecc.
Il quadrivio:

4) strada biblio-(auto)-biografica: ricerca della dimensione casuale/destinale nell’esperienza di lettura: libri aperti per caso, libri
che hanno cambiato la vita, libri che ci hanno atteso al varco per qualche decennio, libri che non leggeremo mai…
Pare ragionevole imboccare la prima strada. Dopo una prima riunione a settembre di ripresa di contatto (potremmo fare il 19 settembre: se qualcuno ha vivaci contrariet� inderogabili impossibilit� o proposte alternative ci faccia sapere che cerchiamo un’altra data) potremmo mettere a calendario una riunione con un esperto che ci aiuti a disegnare il percorso e poi, alla fine, un incontro con qualche studioso e/o divulgatore scientifico (ad esempio Franco Carlini, che � un fisico, un giornalista, un esperto di Internet e l’autore, tra l’altro, della “Fisica del caos”). Ma di queste proposte discuteremo con voi nel prossimo settembre. Confermeremo comunque via e-mail la data della riunione.

Ah… il gioco divinatorio. Al termine della riunione del 20 abbiamo democraticamente nominato una cavia (Carmen Carlotta) e due aruspici, uno con compiti di “indovino” e l’altro di “interprete del profondo”. Alla cavia abbiamo chiesto di porsi una domanda, ma di non comunicarcela. Dopodiche’ e’ stato aperto a caso il libro di Karl Kraus, “Detti e contraddetti” (Adelphi). Il brano che si e’ presentato agli occhi e alle orecchie dei presenti, sotto il titolo “L’artista”, e’ il seguente (pag. 119):

Cogliere con uno sguardo un’immagine del mondo e’ arte. Ma quante cose entrano in un occhio!

***

Aver talento – essere un talento: due cose che vengono sempre confuse.

***

Il talento e’ un giovane sveglio. La personalita’ dorme a lungo, si
sveglia da se’ e percio’ cresce tanto meglio”.

Al termine della lettura il Primo Aruspice, signor Pezzotta, ha emesso il seguente vaticinio: “vedo, a seguito del testo letto a caso, un futuro di riconoscimento di qualita’ artistiche oggi gia’ presenti, ma non compiutamente apprezzate in varie sedi; a seguito di cio’, una maggiore soddisfazione per la persona in possesso di queste qualita’”. Il Secondo Aruspice, Mauro Antelli, si e’ espresso piu’ o meno cosi’: “Carmen e’ un talento. Basta guardare il suo “verbale” visivo del gruppo di lettura per accorgersene: le parole dei lettori sono affiancate, illustrate, quasi spiegate con disegni dal tratto preciso e curato. Le invidio il suo talento, che tuttavia e’ anche una responsabilita’. Come nella parabola evangelica ognuno di noi riceve almeno un talento e il miglior modo per conservarlo non e’ quello di custodirlo gelosamente ma consiste nel saperlo coltivare con tenace memoria e cura amorevole di se'”.

A detta della nostra Cavia (Carlotta), molte e ragguardevoli coincidenze, alcune riferibili e altre irriferibili, si sono adunate nelle righe che il caso ha proposto alla lettura, a cominciare dal fatto che ella e’ un’artista, e lavora nel campo dell’immagine, della grafica, di tutto quanto (e quanto!) puo’ entrare in un occhio.

Sin qui le notizie del gruppo. Buone vacanze e buone letture. Vi aspettiamo per il racconto delle une e delle altre.

A settembre!

Luca Ferrieri e Marilena Cortesini

Biblioteca civica di Cologno Monzese

Piazza Mentana 1 – 20093 Cologno M.se (Mi) ITALIA

Tel. +39 02 25308359; +39 02 25308363; +39 02 25308317

Fax: +39 02 27300890

E-mail: biblioteca@comune.colognomonzese.mi.it

http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.