UNA RIUNIONE IN CUI OGNUNO DI NOI PRESENTA IL LIBRO CHE VUOLE – di Luca F.

E facciamo anche una riunione sui “pregiudizi di lettura”

Mi sembra che le affermazioni di Luigi [si leggono qui] colgano un importante elemento di ricchezza ma anche di problematicità nella vita dei gruppi di lettura.

Per evitare che, in qualche modo, l’attività del gruppo finisca a far rientrare dalla finestra il concetto di lettura obbligatoria cacciato dalla porta, proporrei di dedicare una riunione ogni tot alla discussione totalmente libera di un libro scelto da ognuno di noi. Ossia, ciascuno presenta il libro che vuole.

Il difetto di questa proposta sta, ovviamente, nel fatto che molti o tutti non avranno letto il libro in questione e non potranno misurarsi sul tema.
albero su sfondo blu

Ma in ogni caso il risultato sarà quello di produrre una serie di consigli di lettura che serviranno anche per la scelta dei futuri libri da leggere in gruppo. In ogni caso potremmo temperare il beato anarchismo di questa modalità con due lievi contromisure:

1) che ognuno dichiari la scelta del libro che presenterà con almeno 1 mese di anticipo, permettendo così a chi vuole di documentarsi, e permettendo in ogni caso di giocare a carte scoperte (uno potrà “rispondere” alla presentazione di un libro non gradito con una proposta di un titolo totalmente diverso e dissonante)
2) che la presentazione di ogni libro segua una griglia non rigida ma preventivamente concordata in modo da evitare un approccio totalmente impressionista.

Un altro modo di affrontare le criticità rappresentate da Luigi potrebbe essere quello di dedicare una riunione tematica ai “pregiudizi di lettura”. Ossia ognuno parlerà di un libro che non ha letto, che si rifiuta di leggere, che non leggerà mai mai mai. Gli altri cercheranno di mettere a nudo, in modo amichevole naturalmente, il pregiudizio (che potrebbe anche essere un molto razionale giudizio anticipato) di lettura che alberga in quella scelta.

Mi pare che alternare la discussione di libri a qualche seduta di riflessione sulla lettura e sull’andamento del gruppo, come abbiamo già fatto in altre occasioni (ad esempio quando abbiamo discusso il diritto di ciascuno alla critica e il rispetto che è sempre dovuto alle altrui letture), sia vitale per la ulteriore crescita del gruppo.

Luca F.

Ultimi articoli pubblicati

Unisciti ad altri 6.913 follower

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: